After the show…

10991044_10203903787099266_2166020761215772368_n_FotorOh, grazie per ieri sera.
A tutti quelli che c’erano e che hanno contribuito con la loro offerta a fare del bene, ai miei splendidi compagni di questo viaggio musicale iniziato tre anni fa, ai bravissimi ragazzi della Filodrammatica Gualdese, degni eredi artistici di quella persona straordinaria che era Carlo Biscontini. Grazie a tutti coloro che ci hanno aiutato in questo progetto, iniziato nello stesso momento in cui scendemmo dal palco lo scorso anno. Grazie alle nostre menti sempre iperattive, che stanotte in pizzeria hanno già iniziato a pensare qualcosina per il prossimo anno.

Ho e abbiamo ricevuto tanti messaggi ieri sera, stanotte e stamattina. Tutti belli, perché nessuno si è limitato a dirci ‘bravi’, ma ha aggiunto spesso la parola ‘emozione’. Beh, se siamo riusciti a fare questo siamo orgogliosi, ma sappiate che chi emoziona veramente è il pubblico. Citando lo stesso Carlo: il nostro miglior premio è sempre il vostro applauso.

Fra le tante cose che ricorderemo quando parleremo di questo spettacolo, per me due rimarranno indelebili: le lacrime di una persona che ci è venuta a ringraziare per la nostra versione di ‘Tiritera Gualdese’ e un messaggio che ci ha definiti ‘orgoglio gualdese’. Tanto, troppo, ma roba che è diventata complice dell’adrenalina per non farci dormire.

Da parte mia sono sempre più convinto che il palco sia il posto più bello dove vivere. Semplicemente, perchè lì vivi veramente.

www.thetimemachine.it

Annunci

Un consiglio…

museorubboliCi direbbero che con tutta la gente che muore ‘chi se ne frega dell’arte?‘. Si sbagliano. E’ per questo, che noi combattiamo. Per la nostra cultura, per il nostro stile di vita. Puoi sterminare una generazione di persone, radere al suolo le loro case… troveranno una via di ritorno. Ma se distruggi la loro storia è come se non fossero mai esistite quelle persone. Saranno solo ceneri che galleggiano.”

Questa frase del film Monuments Man, la vera storia di Frank Stokes, solo per consigliarvi di visitare questa perla di museo/opificio che ha appena aperto a Gualdo Tadino. Perdonate la pubblicità, ma gioielli vanno pubblicizzati…

Info su Paolo Rubboli