La fortuna

dscf000712Tardi anni 80. Un periodo in cui suonavo con un gruppo di Gubbio. Tantissime serate nei posti più disparati, anche lontani. Però, spettacolo o prova che era, la storia del ritorno dalla sede a casa mia era sempre quella: da solo, di notte, caldo o freddo, chitarra a bordo della fiat 126 arancione e radio a palla con la musica di quel momento.

Ieri sera. Concerto in quel di Gubbio. Una serata che alla fine mi regala la sorpresa di rivedere tutti i componenti di quel gruppo di ragazzini degli anni ’80.
Il ritorno a casa una magia: stessa strada, sotto la bufera, da solo e chitarra nel bagagliaio della Nissan Qashqai (la 126, ahimé, mi guarda da tempo dal paradiso delle auto). Accendo la radio e cosa becco? Don’t You Forget About Me dei Simple Minds e, a ruota, Money Too Tight To Mention dei Simply Red.

Due pensieri:
1- nome del gruppo attuale – Time Machine – comincia ad avere effetti pratici.
2- in fondo la fortuna, in una vita, è fare cose di 25 anni prima con lo stesso entusiasmo

Venticinque chilometri da solo alle 2 di mattina, stanco morto, ma venticinque chilometri col sorriso in bocca. La vera fortuna è riuscire ancora a farle, quelle cose.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...