Buon anno Gualdo!

Io gli auguri li faccio alla mia Città. Se sta bene il posto dove viviamo, di riflesso stiamo bene anche noi. Stamattina dalla finestra lo spettacolo delle montagne innevate col sole era mozzafiato, ma per me sarebbe stato mozzafiato anche senza sole e senza neve. Non puoi lasciarti attrarre dall’aspetto fisico, ma dall’anima. E questo vale per tutto. L’animo dei gualdesi è immenso e spero che il prossimo sia l’anno giusto affinché questo venga fuori, dirompente come non mai. Spero anche che arrivi un po’ di culo. Non tanto da scriverci l’intero diario dell’anno, come è stato fatto in realtà a … Continua a leggere Buon anno Gualdo!

Corri Forrest!!

Ieri sera ho rivisto per l’ennesima volta Forrest Gump. Come al solito non è stato voluto: facevo zapping, lui mi ha ritrovato e io l’ho rivisto. Ne ho sentite tante su questo film, tipo “una maniera come un’altra per gli americani di lavarsi le coscienze sporche”. Tutta retorica da quattro soldi. Non ho approfondito e non conosco l’intento di Zemeckis, ma so che ogni volta questo film è sempre più bello. Dalla fotografia, alla colonna sonora (imponente), dall’interpretazione di Tom Hanks a certi momenti intensissimi. Uno spaccato di trent’anni di storia americana. Criticabile? Si. No. Chissà? Ma c’è stato ed è stato … Continua a leggere Corri Forrest!!

Nove anni da quel giro di campo

Tre campionati, anzi, poco più di due. Perché all’inizio del terzo rimasi solo. Le immagini, sempre quelle: tu dietro i cartelloni pubblicitari della porta a nord, tu appoggiato all’ambulanza, tu dentro la macchina parcheggiata a bordocampo, tu che avanzavi fino alla linea di fondo per incitare i tuoi attaccanti. O i tuoi difensori, perché non è che ti spostavi dopo l’intervallo. Rimanevi lì. Sempre lì. Scaramantico convinto. Le immagini sono anche quelle della sala stampa. Quando dopo una vittoria sembravi volare. Quando dopo una sconfitta onoravi i vincitori. Quando dopo un’ingiustizia minacciavi quel gesto che mai avresti fatto. “Sto pensando … Continua a leggere Nove anni da quel giro di campo