Alla Rocchetta

Spett.le Rocchetta,

ho letto su vari organi di stampa del “Gran Galà dell’Imprenditoria Umbra 2011” svoltosi a Gualdo Tadino nello splendido scenario della Rocca Flea.

L’evento era dedicato, cito testualmente, a “grandi e medie imprese del tessuto aziendale regionale che si sono distinte per il percorso di sviluppo svolto negli anni, la capacità di dialogo con i diversi mercati, l’innovazione, gli standard di qualità raggiunti, l’impegno profuso sul territorio”.

Con stupore ho letto della presenza della vostra prestigiosa Azienda nel novero di quelle invitate. Infatti in questo caso sono soddisfatti solo 4 dei 6 punti dati come prerogativa alla partecipazione, dato che Rocchetta non è un’azienda umbra ed è conosciuto come nullo l’impegno profuso nel territorio.

Lo stupore ha lasciato il posto allo sbigottimento, quando ho letto di un premio assegnato a Rocchetta. Si è parlato di “binomio impresa-cultura”. Se ciò significa che un’azienda deve investire nella cultura, non si capisce veramente su quali basi possa poggiare la motivazione, dato che l’unica forma di cultura su cui Rocchetta sta investendo da anni nel territorio in cui opera è, in sostanza, l’organizzazione di una serata periferica di Miss Italia, alla presenza della scoionata Miss di turno.

Ricevere il premio all’interno della Rocca Flea, esempio, questo si, dell’“impegno profuso nel territorio” da parte di Federico II di Svevia 800 anni fa, rende il tutto ancora più paradossale.

Mi permetto quindi di proporre un’iniziativa. Simpatica, ma significativa e che potrebbe contribuire alla nascita di una sorta di simpatia mai nata tra Rocchetta e la popolazione gualdese.

Il merito del successo di una azienda è da attribuire al prodotto che si produce o che si commercializza. Di conseguenza tutti i premi che eventualmente vengono conquistati sono conseguenza della capacità degli uomini, ma principalmente della qualità del prodotto.

Propongo perciò di donare il premio vinto alla Città di Gualdo Tadino, quale fornitrice della materia prima con cui Rocchetta vive e prospera. Si potrebbe porre un piccolo piedistallo in un qualche angolo delle nostre montagne da cui sgorga l’acqua con una adeguata citazione. Il sottoscritto si mette a disposizione per l’acquisto e la posa in opera del piedistallo. Non sia mai un “impegno profuso nel territorio” troppo elevato rispetto ai target abituali.

Cordiali saluti

Marco Gubbini… un cittadino di Gualdo Tadino

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...