I hate J.L.P.

“I hate J.L.P.”. La scritta campeggia ancora, dopo tantissimi anni, all’interno di un libro di letteratura inglese. Non so che fine abbia fatto la ragazza di New York proprietaria del testo scolastico che tengo gelosamente custodito nella mia libreria. Ricordo che era in vacanza studio in Italia, in un periodo in cui per noi, quasi ventenni gualdesi, era un’impresa anche andare a ballare al Papillon. Figuriamoci un viaggio oltreoceano! E da soli! Era ospite dell’oratorio salesiano e fui il primo ragazzo che incontrò in una piazza Martiri assolata e semideserta. Sedemmo in un tavolo del Vecchio Boccale e cominciammo a … Continua a leggere I hate J.L.P.