Ci proviamo?

Di ritorno da una vittoriosa trasferta del campionato di Eccellenza 2009/2010, mister Balducci, in auto con me, mi dice che bisognerebbe scaldare l’ambiente per una gara decisiva ai fini playoff conto il Bastia. La sera stessa scrivo queste righe….
—————————————————————————–

Che dite? Ci proviamo? Ehi… diciamo a voi, ragazzi biancorossi. A voi che da due mesi avete iniziato una scalata che vi ha portati lì, a due soli gradini da un obiettivo che ad accennarlo proprio sessanta giorni fa sarebbe stato come parlare dei personaggi di Avatar: pura fantasia.
A voi che state onorando una maglia che in questa categoria è la più gloriosa, la più bella, la più invidiata. E la state onorando a discapito di compagini che hanno speso (o magari solo promesso) talmente tanto denaro, che noi ce ne facciamo tre di campionati.
A voi che avete scelto Gualdo anche per quello che ha rappresentato nel calcio e per il calcio.
A voi che avete scelto l’orgoglio di indossare questa maglia a fronte del maggior denaro che da altre parti vi avrebbero dato (o promesso).
A voi che siete consapevoli che c’è ancora qualcuno sugli spalti che per questa maglia piange di gioia quando si vince e non ci dorme quando si perde.
A voi che quando entrate in campo al Carlo Angelo Luzi, chiudete gli occhi e quasi riuscite a sentire l’odore del sudore dei tanti campioni che vi hanno preceduto e che, anche in serie A, non hanno mai dimenticato quello stesso scudetto che portate cucito all’altezza del cuore.
A voi che non avete mai lesinato sudore e fatica in tutti i campi del torneo.
A voi che avete rialzato la testa cinque secondi dopo ogni sconfitta, giusta o ingiusta, che avete subìto.

A voi diciamo: ci vogliamo provare? Vogliamo provare a far riassaporare l’ebbrezza di un sogno ad una città che sportivamente non sogna ormai da troppo tempo? Vogliamo far sì che tutti i dotti, i medici e i sapienti, che regolarmente ogni domenica si dimenticano di noi nei loro pseudo commenti calcistici, ritrovino quella sana invidia che li ha accompagnati negli anni d’oro della nostra storia? Quattro gare. Quattro battaglie. Quattro. Solo trecentosessanta minuti. Provateci!

Se avete voglia di provarci, noi saremo con voi. Sempre. Siamo stati con voi in tutti gli stadi d’Italia ed eravamo con voi anche sul campo del Pianello. Abbiamo scritto di voi in tutti i giornali d’Italia e continueremo a scrivere di voi nei giornali di quartiere.
Perché i sogni non svaniscono, finché le persone non li abbandonano. Noi non li abbiamo mai abbandonati. E neanche voi lo farete. Mai. Proviamoci!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...